Login

Chi è on.line

Abbiamo 804 visitatori e nessun utente online

Ultimi Utenti

Statistiche server

Utenti registrati
47
Articoli
3266
Web Links
4
Visite agli articoli
8700017
LOGIN/REGISTRATI
Giovedì, 17 Ottobre 2019
A-   A   A+

Filter Feather 2SCRIVI E INVIA IL TUO ARTICOLO (ricorda che devi loggarti o registrarti)


1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0% (0 Votes)
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 
corrida toroI sostenitori: "È un simbolo nazionale" - Il Parlamento spagnolo si è diviso, ma la maggioranza è riuscita a far passare la proposta che, se accolta, chiederà di riconoscere la tauromachia come bene protetto dell'umanità.

Il provvedimento, che ora deve essere votato dal Senato, vuole salvare la tradizione dai divieti arrivati anche in Catalogna

MADRID - La corrida fa discutere. Mentre ambientalisti e altre organizzazioni lottano per vietare la tradizione più famosa della Spagna, una parte del parlamento di Madrid vuole chiedere all'Unesco di proteggerla come Patrimonio Culturale Immateriale dell'Umanità.

È la Commissione cultura del Congresso spagnolo che intende presentare una richiesta formale direttamente all'agenzia dell'Onu che si occupa di preservare la cultura nel mondo. La proposta però non rappresenta una volontà univoca e compatta. Durante la votazione infatti il Parlamento si è spaccato: il Partito popolare, che ha la maggioranza assoluta, e gli autonomisti della Navarra dell'Upn hanno votato a favore, mentre Psoe e Unione progresso e democrazia si sono astenuti. Tutti gli altri si sono schierati contro. Ora il testo della richiesta sarà inviato al Senato e se non ci saranno sorprese, sarà avviato l'iter di richiesta ufficiale.

L'iniziativa è stata lanciata in Catalogna dove la Federazione della corrida ha portato davanti al Congresso una petizione che aveva raccolto 600 mila firme, molte di personaggi politici tra i quali anche il premier Mariano Rajoy e scrittori e cantanti celebri come il premio Nobel Mario Vargas Llosa e Joaquin Sabina.

Il documento originariamente mirava al riconoscimento della corrida come bene culturale spagnolo. In questo modo le pressioni delle associazioni ambientaliste e degli animalisti sarebbero inutili; diventerebbe impossibile infatti vietare la tauromachia come è accaduto in Catalogna. In Commissione, però, il Partito popolare è andato oltre proponendone il riconoscimento addirittura come patrimonio culturale immateriale dell'Unesco.

"La corrida - affermano i sostenitori del provvedimento - che comprende tutte le espressioni sociali e culturali legate alla tauromachia, costituisce un patrimonio culturale spagnolo che rientra nei parametri dell'Unesco". Di avviso opposto i contrari, secondo i quali "non è aderente all'Europa occidentale nel XXI secolo" e "il Pp vuole stabilire per legge che la tauromachia è un simbolo nazionale".

Web Agency coccinella piccola ARTE nel WEB Lendinara (RO) - Hosting - Customization - Developer


Il PolesineOnLine non usufruisce delle sovvenzioni economiche previste per l'Editoria - Leggi le "Note informative"

responsabilità Ecoambiente interventi Civitanova annunciato referendum capogruppo responsabile dichiarato associazioni Comunicato possibilità all'interno dipendenti attraverso amministrazione condizioni lavoratori condannato manifestazione intervento Alessandro commissione pubblicato democrazia Redazionale maggioranza ambientale importante parlamentari presentato situazione Napolitano QUOTIDIANO) consigliere Commissione elettorale Presidente carabinieri Parlamento Repubblica INFORMAZIONE territorio L'opinione REDAZIONALE Gazzettino RovigoOggi Berlusconi presidente Quotidiano

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Privacy Policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information