Login

Chi è on.line

Abbiamo 470 visitatori e nessun utente online

Ultimi Utenti

Statistiche server

Utenti registrati
45
Articoli
3244
Web Links
4
Visite agli articoli
8185669
LOGIN/REGISTRATI
Domenica, 21 Luglio 2019
A-   A   A+

Filter Feather 2SCRIVI E INVIA IL TUO ARTICOLO (ricorda che devi loggarti o registrarti)


1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0% (0 Votes)
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

TEST VIVISEZIONEIn Brasile si fa un passo avanti nella lotta contro la sperimentazione sugli animali. Un progetto di legge che vieta l'uso di animali per test cosmetici, profumi e articoli di igiene personale nello stato di São Paulo è stato appena approvato dai deputati, che lo scorso mercoledì, 11 Dicembre, hanno scelto di seguire la stessa strada di Israele, India ed Europa (dove, però, aumenta il numero di animali impiegati secondo le statistiche della Commissione UE).

Sull'onda dei fatti della notte del 17 Ottobre 2013, quando in Brasile alcuni manifestanti hanno invaso l'Instituto Royal, a circa 60 Km da Sao Paulo, e liberato 200 animali, tra cani beagle e conigli, il desiderio di dire basta alle sperimentazioni sugli animali di gran parte della popolazione brasiliana potrebbe presto venire realizzato, almeno in parte.Tutto dipende, adesso, dal parere del Governatore Geraldo Alckmin, che ha 15 giorni di tempo per approvare. "Sono stato con il governatore e gli ho comunicato che il progetto è stato approvato. Ora lo leggerà e farà le sue analisi, ma non credo che ci saranno veti, dato che quello che è successo all'Instituto Royal ha reso palese che questo è il volere della società civile", ha detto il deputato Feliciano Filho, autore del progetto 777/2013.Filho, che è presidente del comitato antivivisezionista dell'Assemblea, ha discusso la questione il 29 ottobre, in occasione di un'audizione pubblica. Qui i partecipanti, tra cui illustri membri della comunità scientifica brasiliana, hanno elencato i numerosi metodi sostitutivi alla vivisezione, ma anche le reali difficoltà nel sostituire l'uso di animali. Una su tutte è il fatto che in Brasile è proibito il commercio di tessuti umani, che servono come cultura per il test.Per il deputato, però, questi problemi sarebbero risolti: esiste già una vasta gamma di aziende cosmetiche che non fa sperimentazione animale. Se il progetto verrà approvato, sarà compito delle società che stanno ancora utilizzando test su animali per i prodotti cosmetici sbrogliare la matassa dei metodi alternativi.Roberta Ragni e Daia Florios

 

Web Agency coccinella piccola ARTE nel WEB Lendinara (RO) - Hosting - Customization - Developer


Il PolesineOnLine non usufruisce delle sovvenzioni economiche previste per l'Editoria - Leggi le "Note informative"

interventi referendum responsabilità Ecoambiente attraverso Civitanova annunciato responsabile associazioni capogruppo Comunicato dichiarato possibilità condizioni all'interno dipendenti democrazia lavoratori amministrazione condannato manifestazione intervento commissione Alessandro pubblicato importante Redazionale maggioranza parlamentari ambientale presentato situazione Napolitano QUOTIDIANO) Commissione consigliere elettorale Presidente Parlamento carabinieri Repubblica INFORMAZIONE territorio L'opinione REDAZIONALE Gazzettino RovigoOggi Berlusconi presidente Quotidiano

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Privacy Policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information