Login

Chi è on.line

Abbiamo 833 visitatori e nessun utente online

Ultimi Utenti

Statistiche server

Utenti registrati
45
Articoli
3253
Web Links
4
Visite agli articoli
8199197
LOGIN/REGISTRATI
Martedì, 23 Luglio 2019
A-   A   A+

Filter Feather 2SCRIVI E INVIA IL TUO ARTICOLO (ricorda che devi loggarti o registrarti)


1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0% (0 Votes)
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

SUICIDIO DI MAROCCHINODrammatico gesto di un ragazzo tunisino. A dare l’allarme la donna preoccupata dal suo silenzio dopo un litigio. ESTE (PADOVA)  Un amore che finisce in malo modo, l'ennesimo litigio e poi il silenzio più assoluto. Ma le ultime parole di M.M., tunisino di 21 anni morto suicida ieri a Este, non sono "volate" da un cellulare all'altro nel bel mezzo di un contrasto fra ex innamorati.

Il giovane ha deciso di togliersi la vita per una delusione d'amore, e ha lasciato una lettera nella quale ha raccontato le sue pene e il perché di un gesto così tragico. Tutto è iniziato nel pomeriggio di domenica, quando il ventunenne e la sua ex convivente hanno dato vita a un alterco telefonico, legato agli strascichi sentimentali di un rapporto concluso malamente. Finito il litigio la donna, un'atestina di 43 anni ora residente a Bologna, ha tentato di ricontattare il nordafricano. Ogni suo tentativo si è però rivelato inutile e anche le telefonate partite ieri mattina dal cellulare della quarantatreenne non hanno ottenuto alcuna risposta. A questo punto la donna si è rivolta ai carabinieri della compagnia di Este, raccontando loro quel che era accaduto ed esprimendo i propri timori sulla possibilità che fosse accadutoqualcosa al giovane. I militari si sono subito recati al domicilio del tunisino non lontano dalla caserma estense. Quando hanno capito che nessuno avrebbe risposto alle scampanellate, i rappresentanti dell'Arma hanno contattato i vigili del fuoco del distaccamento atestino e il Suem. I pompieri hanno sfondato la porta al pianterreno, lasciando il passaggio libero per i soccorritori. Ma la scena che si è presentata agli occhi dei nuovi arrivati non ha lasciato spazio ad alcun dubbio: il corpo del giovanependeva impiccato con una corda alla porta del bagnodella piccola abitazione e ormai non c'era più nulla da fare. Accanto al corpo i carabinieri hanno trovato anche alcune confezioni di farmaci vuote, ma non è ancora chiaro se il giovane abbia ingerito le medicine o meno. La via è stata chiusa al traffico dai vigili di Este durante le penose operazioni di rimozione della salma. Il ventunenne viveva all'ombra della porta vecchia da poco tempo. Aveva lavorato come artigiano, ma ultimamente era disoccupato.di Ferdinando Garavello

Web Agency coccinella piccola ARTE nel WEB Lendinara (RO) - Hosting - Customization - Developer


Il PolesineOnLine non usufruisce delle sovvenzioni economiche previste per l'Editoria - Leggi le "Note informative"

responsabilità Ecoambiente referendum interventi Civitanova annunciato capogruppo dichiarato associazioni responsabile Comunicato possibilità dipendenti all'interno attraverso condizioni condannato amministrazione lavoratori manifestazione intervento pubblicato democrazia Alessandro commissione Redazionale importante maggioranza parlamentari ambientale presentato situazione Napolitano QUOTIDIANO) consigliere Commissione elettorale Presidente Parlamento carabinieri Repubblica INFORMAZIONE territorio L'opinione REDAZIONALE Gazzettino RovigoOggi Berlusconi presidente Quotidiano

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Privacy Policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information