Login

Chi è on.line

Abbiamo 919 visitatori e nessun utente online

Ultimi Utenti

Statistiche server

Utenti registrati
53
Articoli
3375
Web Links
4
Visite agli articoli
14018392
LOGIN/REGISTRATI
Mercoledì, 06 Luglio 2022
 

PROGETTO CULTURA DIFFUSA

banner cultura

A-   A   A+

Filter Feather 2SCRIVI E INVIA IL TUO ARTICOLO (ricorda che devi loggarti o registrarti)


1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0% (0 Votes)
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

saccomanni feliceREDAZIONALE - Seppure tutti gli indicatori macroeconomici ci danno a un passo dal default a braccetto con la Grecia, i nostri mestieranti politici proseguono a vedere la luce in fondo al tunnel. Sarà un rapido che ci viene contro o la flebile luce di un giorno grigio? - DA "REPUBBLICA ON-LINE DI OGGI - Italia, il debito più alto dopo la Grecia Il rapporto col Pil sale al 133,3%.

 

Nel secondo trimestre dell'anno, i debiti dell'Italia hanno superato di oltre il 30% la parità con il prodotto interno lordo. Solo un Paese, tecnicamente fallito, come la Grecia, fa peggio dell'Italia. Il debito dell'Eurozona sale al 93,4%.

MILANO - Solo la Grecia fa peggio dell'Italia. Il debito pubblico è a livelli record sul Pil a 133,3% nel secondo trimestre 2013, in crescita del 3 punti percentuali rispetto ai primi tre mesi dell'anno quando era al 130,3%. Sono i dati diffusi da Eurostat. Resta il secondo debito pubblico Ue più alto dopo la Grecia (169,1%) e con uno dei maggiori incrementi tra primo e secondo trimestre di quest'anno. Nello stesso periodo dello scorso anno era di 1.982.898 milioni di euro, pari al 125,6% del Pil, nel primo trimestre di quest'anno era di 2.035.833 milioni, al 130,3%, mentre nel secondo trimestre è arrivato a 2.076.182 milioni, ovvero al 133,3%. Dopo Grecia e Italia, gli altri debiti pubblici più grandi dell'Eurozona in percentuale di Pil sono il Portogallo (131,3%) e l'Irlanda (125,7%).

Il debito pubblico aggregato dei 17 paesi dell'Eurozona è salito nel secondo trimestre del 2013 al 93,4% del Prodotto interno lordo, segnando un incremento di 1,1 punti percentuali rispetto al primo trimestre dell'anno. Nei 28 Paesi membri dell'Unione europea, il debito aggregato ha toccato quota 86,8% del Pil, a fronte dell'85,9% del Pil registrato nel primo trimestre 2013.
Rispetto al secondo trimestre del 2012, il debito pubblico aggregato della zona euro è aumentato di 3,5 punti percentuali, mentre quello dell'Ue è salito di 2,1 punti percentuali.

Web Agency coccinella piccola ARTE nel WEB Lendinara (RO) - Hosting - Customization - Developer


Il PolesineOnLine non usufruisce delle sovvenzioni economiche previste per l'Editoria - Leggi le "Note informative"

responsabilità soprattutto dichiarato annunciato capogruppo responsabile nonostante particolare possibilità all'interno associazioni Comunicato dipendenti referendum amministrazione condizioni condannato manifestazione attraverso pubblicato lavoratori intervento Alessandro commissione Redazionale democrazia maggioranza importante ambientale Napolitano parlamentari situazione presentato QUOTIDIANO) Commissione consigliere elettorale carabinieri Parlamento Repubblica Presidente INFORMAZIONE L'opinione REDAZIONALE Gazzettino territorio RovigoOggi presidente Berlusconi Quotidiano

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Privacy Policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information