1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0% (0 Votes)
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 
компьютерная помощь на дому
новости Винницы

 Badia

BADIA POLESINE SI INASPRISCONO I TONI IN SEGUITO ALLA CONVOCAZIONE DEL SINDACO FANTATO

La Corte dei conti dichiara impossibile l’approvazione delle risultanze contabili dal 2006 al 2010

Consuelo Angioni BADIA POLESINE - È stato un consiglio comunale particolarmente acceso

, quello di lunedì alle 19: sei i punti all’ordine del giorno, il primo dei quali doveva essere soltanto una informativa del sindaco, ma si è trasformato nel principale motivo di discussione. Si trattava infatti della convocazione del sindaco ricevuta dalla Corte dei conti alla udienza fissata per il 12 dicembre. Motivo: le “criticità” dei bilanci del Comune di Badia rispettivamente agli esercizi finanziari degli anni 2006, 2007, 2008, 2009 e 2010. In merito a queste, la Corte dei conti ha dichiarato impossibile l’approvazione delle risultanze contabili, che si intendono rimettere all’esame del Collegio. Nel documento si elencano i punti da cui emergono gli interrogativi della Corte: residui attivi e passivi, anticipazioni di cassa concesse, partite di giro, riscossioni e pagamenti. Criticità che interessano quindi diverse amministrazioni, dalla ultima di Paolo Meneghin alla penultima di Gastone Fantato, il quale ha affermato che la questione sarà oggetto di approfondimento successivamente. Il consigliere di opposizione Adino Rossi è però intervenuto, sottolineando la gravità dei documenti presentati dalla Corte dei conti e la necessità di fare chiarezza sull’argomento: “Votai a favore del bilancio 2009, ora scopro essere irregolare. Non si può liquidare così questo punto, sono queste le cose importanti”. Il presidente del consiglio Alessandro Leopardi ha richiamato più volte Rossi, chiedendogli di rimandare le domande sul punto in oggetto, dal momento che si trattava soltanto di una informativa del sindaco e che l’opportuna discussione sarebbe stata fatta in un’altra occasione. I toni si sono accesi più volte e infine, nella discussione sul secondo punto all’ordine del giorno che era la ratifica delle variazioni del bilancio di previsione 2013 deliberate lo scorso 12 giugno, Rossi ha di nuovo portato l’attenzione sulla nota della Corte dei conti aggiungendo le perplessità anche sul bilancio corrente, trovando dalla sua parte anche i consiglieri Mirko Luchin e Barbara Tomì di “Badia con noi” . Il sindaco Fantato e, poi, il vicesindaco Gianni Stroppa, hanno spiegato che le difficoltà del bilancio attuale sono dovute principalmente alla situazione di grave dissesto finanziario in cui versa il Comune, su cui pesa ancora la famigerata questione dei derivati e i frequenti cambi di amministrazione che si sono verificati negli ultimi anni, commissariamenti compresi. “Le colpe dei problemi di adesso - ha detto Fantato - non sono certamente tutte dell’amministrazione Meneghin, né della mia. E anzi, è da sottolineare che i bilanci sono redatti assieme al revisore e al funzionario, che hanno alla fine l’ultima parola”. Un riferimento, quindi, anche alla critica dell’eccessiva burocratizzazione dell’amministrazione, di cui aveva già parlato nel precedente consiglio comunale.

туризм и отдых
обзоры недвижимости

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Privacy Policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information