Login

Chi è on.line

Abbiamo 663 visitatori e nessun utente online

Ultimi Utenti

Statistiche server

Utenti registrati
47
Articoli
3276
Web Links
4
Visite agli articoli
8915594
LOGIN/REGISTRATI
Venerdì, 22 Novembre 2019
A-   A   A+

Filter Feather 2SCRIVI E INVIA IL TUO ARTICOLO (ricorda che devi loggarti o registrarti)


1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0% (0 Votes)
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

lavoce 08 11 13 bomboletteREDAZIONALE - Le sciagurate performance di un "qualcuno" o forse "qualcuni" che hanno imbrattato la città (con vernice "rossa indelebile") con scritte contro le centrali hanno evidenziato e messo allo scoperto l'analisi che feci a fine agosto dove dicevo che era indispensabile tagliare quel cordone ombelicale

che univa il nostro Movimento al Comitato "Lasciateci Respirare". L'analisi era molto semplice: non può un Movimento politico essere inglobato all'interno di un gruppo civico politicamente non bene identificato rimanendo incastrato nella logica insita di un Comitato di protesta e di lotta. Il nostro Movimento doveva andare oltre e, con una propria visione autonoma, guardare a 360° la complessità degli aspetti sociali della nostra comunità e proponevo che "o si stava nel Comitato o si stava nel Movimento".

Ciò ha prodotto una scatenata e violenta reazione di alcuni esponenti di entrambe le parti ma ciò che è stato importante ha determinato la dimissione dal ruolo di presidente del Comitato di un nostro attivista. La scissione era avvenuta!

Ovviamente il Movimento è totalmente contrario alla realizzazioni di impianti insalubri ed è incurante degli aspetti economico/finanziari (tanto cari a certi politici) che questi impianti generano solo ad alcuni soggetti. Per questo motivo ha appoggiato anima e corpo la battaglia che il Comitato ha prodotto ben felice che lo stesso è riuscito a vincerla in quasi tutti gli aspetti. Ma ciò non può prescindere dalla libera ed autonoma scelta politica del Movimento stesso.

Scelta che oggi ci permette di poterci nettamente differenziare dalle azioni recenti che condanniamo con la massima forza.

Però... c'è un però! Gesti così eclatanti sono lo sfogo causato da un'amministrazione colpevole, sotto tutti gli aspetti, di non aver "voluto" aprire un serio dibattito con la cittadinanza sul tema centrali anzi è stata capace solo di "imporre" le sue logiche totalmente lontane dal volere della cittadinanza.

Per fortuna è un'amministrazione a termine di mandato. Ciò che lascerà sarà solo polvere.

Web Agency coccinella piccola ARTE nel WEB Lendinara (RO) - Hosting - Customization - Developer


Il PolesineOnLine non usufruisce delle sovvenzioni economiche previste per l'Editoria - Leggi le "Note informative"

soprattutto Ecoambiente particolare Civitanova referendum annunciato dichiarato responsabile capogruppo Comunicato associazioni possibilità dipendenti all'interno attraverso lavoratori condizioni condannato amministrazione manifestazione intervento pubblicato Alessandro commissione Redazionale democrazia ambientale maggioranza importante parlamentari presentato situazione Napolitano QUOTIDIANO) Commissione consigliere elettorale Presidente carabinieri Parlamento Repubblica INFORMAZIONE territorio L'opinione REDAZIONALE Gazzettino RovigoOggi Berlusconi presidente Quotidiano

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Privacy Policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information