Login

Chi è on.line

Abbiamo 770 visitatori e nessun utente online

Ultimi Utenti

Statistiche server

Utenti registrati
47
Articoli
3266
Web Links
4
Visite agli articoli
8688570
LOGIN/REGISTRATI
Martedì, 15 Ottobre 2019
A-   A   A+

Filter Feather 2SCRIVI E INVIA IL TUO ARTICOLO (ricorda che devi loggarti o registrarti)


1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0% (0 Votes)
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

01-masterplan(L'opinione) - In merito alla inusuale - certamente rarissima - tempestività del sindaco Ferlin nel prendere una netta posizione contro un progetto che nemmeno conosce, se non per sentito dire dal solito disinformato chiacchiericcio di piazza e amplificato dai soliti serventi, il Comitato Rifiuti Zero resta basito.

Uno scivolone sulla buccia di banana che dovrà pesare in tutta la prossima campagna elettorale perchè il PAT non è una "proprietà" del sindaco (che lo stesso difende strenuamente) ma uno studio di reale fattibilità che riguarda un'area degradata e dismessa a due passi dal centro. Ferlin non ha ancora imparato che, come gli impiegati del Comune non sono "suoi dipendenti" (gaff clamorosa detta all'inizio del suo primo mandato), il PAT non è di sua proprietà. Sarà la prossima amministrazione (che tutta la comunità si augura possa essere di livello culturale/operativo di più alto spessore) che sarà chiamata a fare delle scelte operative reali e non ideologiche/teoriche (come dimostrato sin d'ora) su quell'area che è l'ex zuccherificio attualmente in mano al liquidatore giudiziario della Grimeca Spa.

L'accordo di programma di cui parla il sindaco non può voler dire bloccare, almeno per cinque anni, un'area così strategica senza fare nulla e in attesa di tempi migliori. Poi migliori per chi? Se chi deve investire, in ossequio a un PAT scellerato (che vide la forte disapprovazione di molti cittadini) non ha i soldi per farlo è bene che si faccia da parte e lasci che lo stesso piano d'assetto territoriale venga opportunamente modificato in base a nuovi e reali progetti.

Oltretutto la modifica proposta dal Comitato Rifiuti Zero non andrebbe a stravolgere il PAT stesso ma lo integrerebbe solo per una piccola porzione per la realizzazione di una strategica industria di riciclaggio del secco a "rifiuti zero" perfettamente eco-compatibile e con lavorazione "a freddo" (tecnologie probabilmente sconosciute al sindaco). Questo porterebbe una netta diminuzione (per un valor medio del 50% in meno) del costo dei rifiuti che sia i cittadini che le aziende del comprensorio devono pagare annualmente. Per la prima volta a Lendinara la parola "rifiuto" diventerebbe "risorsa totale" economica e ambientale.
I guadagni economici verrebbero riversati a beneficio della collettività tramite la sistemazione dell'intera area modificata a parco con laghetto e percorsi naturalistici, campi da rugby e volley, piste per il pattinaggio e ciclismo ed altre attrezzature ludiche/sportive e un'area prevista per le "social-house" che beneficiano di importanti sovvenzioni europee.

Su tutto ciò Ferlin ha voluto stendere, senza nemmeno conoscere, subito il suo mantello nero come la pece.

Web Agency coccinella piccola ARTE nel WEB Lendinara (RO) - Hosting - Customization - Developer


Il PolesineOnLine non usufruisce delle sovvenzioni economiche previste per l'Editoria - Leggi le "Note informative"

responsabilità Ecoambiente interventi Civitanova annunciato referendum capogruppo responsabile dichiarato associazioni Comunicato possibilità all'interno dipendenti attraverso amministrazione condizioni lavoratori condannato manifestazione intervento Alessandro commissione pubblicato democrazia Redazionale maggioranza ambientale importante parlamentari presentato situazione Napolitano QUOTIDIANO) consigliere Commissione elettorale Presidente carabinieri Parlamento Repubblica INFORMAZIONE territorio L'opinione REDAZIONALE Gazzettino RovigoOggi Berlusconi presidente Quotidiano

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Privacy Policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information