Login

Chi è on.line

Abbiamo 460 visitatori e nessun utente online

Ultimi Utenti

Statistiche server

Utenti registrati
52
Articoli
3375
Web Links
4
Visite agli articoli
13992554
LOGIN/REGISTRATI
Domenica, 26 Giugno 2022
 

PROGETTO CULTURA DIFFUSA

banner cultura

A-   A   A+

Filter Feather 2SCRIVI E INVIA IL TUO ARTICOLO (ricorda che devi loggarti o registrarti)


1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0% (0 Votes)
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

PO DI BRONDOLO

La vittima fu la 46enne cavarzerana Giovanna Pellegrin. L’incidente risale al 9 aprile 2011. Erano da poco passate le 18 quando un passante vide le ruote posteriori di un’auto affiorare dall’acqua del canale Po di Brondolo. Dentro la vettura, una Volkswagen Polo, c’era il corpo senza vita di Giovanna Pellegrin, 46enne residente a Cavarzere. L’incidente costato la vita

alla donna della provincia di Venezia, si era verificato in via Serenissima, la strada sterrata arginale che collega Cavarzere a Loreo. Sul posto arrivarono un natante dei pompieri, e un’autogru del distaccamento di Rovigo. C’erano volute un paio di ore per recuperare la Polo e il corpo della 46enne. In sostanza, secondo l’accusa, sarebbero responsabili Matteo Mazzucco, 40enne di Rosolina dirigente del Comune di Loreo, Alessandro Bonvicini, 56enne di Paese, in Provincia di Treviso, dirigente di Sistemi Territoriali, Giorgio Quaglio, 65enne di Rovigo responsabile del procedimento sempre di Sistemi Territoriali (la società che ha in gestione il canale Po di Brondolo), e Andrea Milan, 36enne di Rovigo, direttore di cantiere della Rossi Renzo Costruzioni di Marcon, in Provincia di Venezia (società che stava eseguendo dei lavori nelle conche di Cavanella d’Adige, appaltati da Sistemi Territoriali). L’accusa mossa, a vario titolo, è di omicidio colposo a causa della mancanza di segnaletica adeguata, o meglio di un segnale che pare non fosse presente al momento dell’incidente. I quattro sono stati rinviati a giudizio e dovranno comparire davanti al giudice del tribunale di Rovigo il prossimo 18 marzo. Uscì di strada finendo nel Po di Brondolo e perse la vita. Rinviati a giudizio due dirigenti di Sistemi Territoriali, il direttore di cantiere della Rossi Renzo Costruzioni e un dirigente del Comune di Loreo, tutti con l’accusa di omicidio colposo. Luca Crepaldi

 

Web Agency coccinella piccola ARTE nel WEB Lendinara (RO) - Hosting - Customization - Developer


Il PolesineOnLine non usufruisce delle sovvenzioni economiche previste per l'Editoria - Leggi le "Note informative"

responsabilità soprattutto dichiarato annunciato capogruppo responsabile nonostante particolare possibilità all'interno associazioni Comunicato dipendenti referendum amministrazione condizioni condannato manifestazione attraverso pubblicato lavoratori intervento Alessandro commissione Redazionale democrazia maggioranza importante ambientale Napolitano parlamentari situazione presentato QUOTIDIANO) Commissione consigliere elettorale carabinieri Parlamento Repubblica Presidente INFORMAZIONE L'opinione REDAZIONALE Gazzettino territorio RovigoOggi presidente Berlusconi Quotidiano

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Privacy Policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information