Login

Chi è on.line

Abbiamo 510 visitatori e nessun utente online

Ultimi Utenti

Statistiche server

Utenti registrati
45
Articoli
3242
Web Links
4
Visite agli articoli
8167114
LOGIN/REGISTRATI
Mercoledì, 17 Luglio 2019
A-   A   A+

Filter Feather 2SCRIVI E INVIA IL TUO ARTICOLO (ricorda che devi loggarti o registrarti)


1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0% (0 Votes)
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

logo-cozza-di-scardovari-dop(Fonte: RovigoOggi) - Con la pubblicazione in Gazzetta ufficiale europea la cozza di Scardovari è Dop - Riconosciuto a livello europeo il marchio Dop per la Cozza di Scardovari, località del comune di Porto Tolle (Rovigo). L’assessore regionale Franco Manzato sottolinea l’importanza

di poter avere questo riconoscimento che valorizza il territorio e premia i pescatori che coltivano il mollusco da sempre.

La Cozza di Scardovari è ufficialmente a Denominazione d’origine protetta. Le scarne frasi del Regolamento comunitario n. 1200 del 25 novembre, pubblicato nella Gazzetta ufficiale dell’Unione Europea, dice semplicemente che “La denominazione che figura nell’allegato del presente regolamento è registrata” e che “Il presente regolamento entra in vigore il ventesimo giorno successivo alla pubblicazione”. “Ma è un grande riconoscimento alla tenacia dei pescatori del Delta del Po – sottolinea l’assessore regionale all’agricoltura e alla pesca del Veneto Franco Manzato – e alla straordinaria qualità di questo mitile, il cui sapore e le cui caratteristiche sono figlie di un territorio straordinario e unico, anche se spesso difficile”.

La Cozza di Scardovari è il primo mollusco italiano ad ottenere il riconoscimento europeo che lo lega al territorio di produzione e arricchisce il paniere italiano delle Dop di “Pesci, molluschi, crostacei freschi”, assieme alle Acciughe sotto sale del Mar Ligure Igp; al Salmerino del Trentino Igp; alla Tinca Gobba Dorata del Pianalto di Poirino Dop e alle Trote del Trentino Igp. “Per il Veneto dei sapori e della tipicità – sottolinea ancora Manzato – questa è la 18ª Dop, cui si affiancano altri 18 prodotti Igp registrati che portano la nostra regione ai primi posti in europa per Prodotti a denominazione, secondi solo all’Emilia Romagna.

La Cozza di Scardovari, la cui Dop è stata riconosciuta formalmente al termine di un percorso avviato a metà del 2011, si è guadagnata questo titolo anzitutto sul campo, ovvero nel piatto. “Le gustose cozze di Scardovari allevate, raccolte e stabulate ad arte dai pescatori del Delta del Po, straordinari coltivatori del mare, nella grande laguna deltizia posta tra il Po di Tolle e il Po della Donzella – fa presente ancora Manzato – sono conosciute da decenni dai buongustai che hanno il privilegio di poterle acquistare. Oggi il marchio che le contraddistinguerà le renderà riconoscibili da chiunque, senza timore di confonderle con altre cozze, certo buone, ma … diverse da queste. L’unico rammarico che potrei avere, in questo momento di soddisfazione che voglio condividere con i pescatori – conclude Manzato – riguarda solo il nome: io li avrei chiamati ‘peoci’, alla veneta. Ma va bene, benissimo così”.

Il disciplinare della Dop Cozza di Scardovari prevede che il mollusco debba essere allevato e prodotto esclusivamente nella Sacca deltizia omonima, nel Comune di Porto Tolle, in provincia di Rovigo. La Sacca del Delta dove viene allevato il mitile ha una superficie di 3.200 ettari e una profondità media di 1,5 – 2 metri. Grazie alle particolari caratteristiche dell’acqua della Sacca, dove si fondono acqua di mare salina e acque dolci, il mollusco acquista una dolcezza peculiare delle carni grazie al basso contenuto in sodio e cresce con carni particolarmente morbide e fondenti al palato, per l’alto contenuto di lipidi e in particolare di grassi saturi e monoinsaturi. Tali caratteristiche distinguono il mollusco di Scardovari da quelli prodotti in altre zone o in mare aperto. Le fasi di depurazione, lavorazione e confezionamento vengono effettuate con l’acqua della sacca e devono essere svolti nel territorio circostante.

Web Agency coccinella piccola ARTE nel WEB Lendinara (RO) - Hosting - Customization - Developer


Il PolesineOnLine non usufruisce delle sovvenzioni economiche previste per l'Editoria - Leggi le "Note informative"

referendum interventi Ecoambiente responsabilità attraverso Civitanova annunciato responsabile dichiarato Comunicato associazioni capogruppo possibilità condizioni all'interno dipendenti democrazia lavoratori condannato amministrazione commissione manifestazione intervento Alessandro pubblicato importante Redazionale maggioranza parlamentari presentato ambientale situazione Napolitano QUOTIDIANO) consigliere Commissione elettorale Presidente Parlamento carabinieri Repubblica INFORMAZIONE territorio L'opinione REDAZIONALE Gazzettino RovigoOggi Berlusconi presidente Quotidiano

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Privacy Policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information