Login

Chi è on.line

Abbiamo 595 visitatori e nessun utente online

Ultimi Utenti

Statistiche server

Utenti registrati
47
Articoli
3276
Web Links
4
Visite agli articoli
8902259
LOGIN/REGISTRATI
Mercoledì, 20 Novembre 2019
A-   A   A+

Filter Feather 2SCRIVI E INVIA IL TUO ARTICOLO (ricorda che devi loggarti o registrarti)


1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0% (0 Votes)
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

processo-enel-requisitoria-manuela-fasolato-01(Fonte: RovigoOggi) - Una settimana dopo la requisitoria del pm Manuela Fasolato tocca ora alla quantificazione dei danni - Il procedimento contro i vertici dell'azienda per la questione della centrale di Polesine Camerini entra nel vivo

con le richieste dei legali delle parti civili. Una settimana dopo la requisitoria del pm Manuela Fasolato (leggi articolo) tocca ora alla quantificazione dei danni.

Una settimana dopo la requisitoria-fiume del pm Manuela Fasolato ora la parola alle parti civili. Giornata dedicata alle richieste di risarcimento quella di oggi, lunedì 3 febbraio, al processo Enel-bis che vede alla sbarra nove funzionari dell'azienda accusati di disastro ambientale per l'omessa installazione di filtri che avrebbero potuto prevenire il deterioramento dell'ambiente e dell'aria. Pesanti, al pari delle istanze di pena della pubblica accusa, le richieste per i danni: laProvincia di Rovigo ha chiesto 5 milioni di euro (1 provvisionale), il Comune di Porto Tolle 2 (600mila provvisionale), mentre Rosolina, territorio a vocazione turistica, si è fermato a 1 milione (300mila provvisionale). Importante anche quanto avanzato dai legali delle associazioni ambientaliste - quattro, ovvero Wwf, Legambiente, Italia nostra e Greenpeace - che chiedono 500mila euro a testa (100 provvisionale per ognuna).

Poca cosa, in ogni caso, rispetto a quanto Enel rischia si vede chiedere dallo Stato, parte civile nel procedimento con ilMinistero dell'Ambiente e della Salute: la richiesta immediata ammonta a quasi 900 milioni (883, per l'esattezza) a fronte di danni stimati per difetto in oltre 3,5 miliardi e per il cui risarcimento la battaglia proseguirà comunque in sede civile. Enel-bis vede a giudizio i vertici dell'azienda per la centrale di Polesine Camerini con particolare riferimento all'ultimo ventennio di gestione: oltre a Franco Tato' e Paolo Scaroni (entrambi ex AD) e Fulvio Conti (attuale amministratore) sono imputati anche Antonino Craparotta, Leonardo Arrighi, Sandro Fontecedro, Alfredo Inesi e Carlo Zanatta.

Web Agency coccinella piccola ARTE nel WEB Lendinara (RO) - Hosting - Customization - Developer


Il PolesineOnLine non usufruisce delle sovvenzioni economiche previste per l'Editoria - Leggi le "Note informative"

soprattutto Ecoambiente particolare Civitanova referendum annunciato dichiarato responsabile capogruppo Comunicato associazioni possibilità dipendenti all'interno attraverso lavoratori condizioni condannato amministrazione manifestazione intervento pubblicato Alessandro commissione Redazionale democrazia ambientale maggioranza importante parlamentari presentato situazione Napolitano QUOTIDIANO) Commissione consigliere elettorale Presidente carabinieri Parlamento Repubblica INFORMAZIONE territorio L'opinione REDAZIONALE Gazzettino RovigoOggi Berlusconi presidente Quotidiano

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Privacy Policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information