Login

Chi è on.line

Abbiamo 607 visitatori e nessun utente online

Ultimi Utenti

Statistiche server

Utenti registrati
47
Articoli
3275
Web Links
4
Visite agli articoli
8896693
LOGIN/REGISTRATI
Martedì, 19 Novembre 2019
A-   A   A+

Filter Feather 2SCRIVI E INVIA IL TUO ARTICOLO (ricorda che devi loggarti o registrarti)


1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0% (0 Votes)
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

brusco-guglielmo0404(Fonte: RovigoOggi) - Il vicepresidente della Provincia Gugliemo Brusco lancia un nuovo grido di allarme per l’ospedale San Luca di Trecenta - Il depotenziamento del San Luca di Trecenta fa lanciare un nuovo grido di allarme sanitario all’assessore provinciale alla salute Guglielmo Brusco che boccia i 65 posti letto tagliati come la perdita del reparto di ginecologia e la possibile soppressione di chirurgia d’urgenza.

 

Se il direttore generale dell’Ulss 18 trova normale che la sua azienda debba perdere innumerevoli posti letto, mentre la bassa padovana di Leonardo Padrin li mantiene tutti, rispetto il pensiero ma non lo condivido assolutamente”. Nuovo grido di allarme lanciato dall’assessore provinciale alla salute Guglielmo Brusco dopo la pubblicazione ufficiale da parte dell’azienda sanitaria di Rovigo dei nuovi posti letto che possiede nelle due strutture ospedaliere del capoluogo e di Trecenta. 

La preoccupazione maggiore per Brusco è rivolta all’ospedale San Luca di Trecenta il quale ha perso 65 posti letto: 20 dall’area medica (erano 72), 26 all’area chirurgica (erano 48), 10 dall’area materno infantile (erano 20), 4 dell’area di terapia intensiva (erano 8) e 5 dall’area riabilitativa (erano 60). Oltre alla perdita del reparto di ginecologia e probabilmente il reparto di chirurgia d’urgenza

“Chiedo anche a Leonardo Padrin se fosse contento di vedere questi tagli nel suo territorio - afferma Brusco - comunque l’unica positività che è stata apportata riguarda il potenziamento dell’area riabilitativa, ma quando partirà?”. Per Brusco la sanità locale dovrebbe aumentare il numero dei posti letto e non tagliarli. 

Non ultimo l’attacco di Brusco al sindaco di Trecenta, Antonio Laruccia, imputato di non aver ancora sciolto alcuna riserva riguardo al ricorso alle schede socio sanitarie che tagliano posti letto e il reparto di ginecologia dall’ospedale altopolesano. “I sessanta giorni di tempo per presentare il ricorso scadranno il 10 di febbraio. Che cosa ha intenzione di fare il sindaco Alfaniano?”.

Web Agency coccinella piccola ARTE nel WEB Lendinara (RO) - Hosting - Customization - Developer


Il PolesineOnLine non usufruisce delle sovvenzioni economiche previste per l'Editoria - Leggi le "Note informative"

soprattutto Ecoambiente particolare Civitanova referendum annunciato dichiarato responsabile capogruppo Comunicato associazioni possibilità dipendenti all'interno attraverso lavoratori condizioni condannato amministrazione manifestazione intervento pubblicato Alessandro commissione Redazionale democrazia maggioranza ambientale importante parlamentari presentato situazione Napolitano QUOTIDIANO) Commissione consigliere elettorale Presidente carabinieri Parlamento Repubblica INFORMAZIONE territorio L'opinione REDAZIONALE Gazzettino RovigoOggi Berlusconi presidente Quotidiano

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Privacy Policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information