Login

Chi è on.line

Abbiamo 815 visitatori e nessun utente online

Ultimi Utenti

Statistiche server

Utenti registrati
45
Articoli
3253
Web Links
4
Visite agli articoli
8199251
LOGIN/REGISTRATI
Martedì, 23 Luglio 2019
A-   A   A+

Filter Feather 2SCRIVI E INVIA IL TUO ARTICOLO (ricorda che devi loggarti o registrarti)


1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0% (0 Votes)
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

letta quatar(Fonte: Corriere del Veneto) - Il primo ministro in visita nell'emirato parla di un rafforzamento nel settore energetico, dell'Eni e in particolare della centrale di Polesine Camerini - In visita nel Qatar, il premier Enrico Letta annuncia da Doha che l'Italia e l'emirato stanno considerando una «possibile ulteriore presenza

del capitale qatarino» nel settore dell'energia, come ad esempio nell'Eni. Una più stretta cooperazione dunque, e si parla in particolare di maggiori investimenti a favore della produzione del terminal di gas metano a Rovigo. Il Qatar, anche in vista dei mondiali di calcio del 2022, offre «grandi opportunità alle aziende» ed al sistema Italia, afferma il premier, spiegando che oltre all'interesse degli investitori del Golfo verso l'Italia, ci sono importanti spazi per il made in italy nel paese.

«Abbiamo avuto importanti colloqui di collaborazione strategica a livello industriale, culturale e su molti altri settori. Sono molto soddisfatto - ha aggiunto - dei colloqui avuti sulla possibile cooperazione per i mondiali di calcio 2022 che per noi, per l'Italia, rappresentano una grande opportunità: ho visitato un centro di eccellenza nell'allenamento e credo che l'Italia possa contribuire al successo dei mondiali. Possiamo essere presenti con molte imprese, nella logistica e le infrastrutture. Una delle nostre, una punta di diamante, Tecnogym, è con noi qui a Doha. Sono pieno di speranza nell'avere una piena collaborazione in questi campi». Letta si è soffermato inoltre sulle opportunità per gruppi come Finmeccanica, Augusta Westland e Selex, nonchè dell'apporto del made in italy nello sviluppo infrastrutturale. E ha ricordato la costruzione di «opere come la tramvia e la metro» di Doha «per le quali lavorano importanti imprese italiane quali Salini, Todini, Impregilo e Ansaldo Breda». «Abbiamo discusso anche del Museo a Venezia, sul Canal Grande, per il primo museo islamico. E, ancora, del progetto dell'ospedale San Raffaele di Olbia, «città che ha avuto una drammatica alluvione in novembre che ha lasciato una grande crisi nell'area».

Web Agency coccinella piccola ARTE nel WEB Lendinara (RO) - Hosting - Customization - Developer


Il PolesineOnLine non usufruisce delle sovvenzioni economiche previste per l'Editoria - Leggi le "Note informative"

responsabilità Ecoambiente referendum interventi Civitanova annunciato capogruppo dichiarato associazioni responsabile Comunicato possibilità dipendenti all'interno attraverso condizioni condannato amministrazione lavoratori manifestazione intervento pubblicato democrazia Alessandro commissione Redazionale importante maggioranza parlamentari ambientale presentato situazione Napolitano QUOTIDIANO) consigliere Commissione elettorale Presidente Parlamento carabinieri Repubblica INFORMAZIONE territorio L'opinione REDAZIONALE Gazzettino RovigoOggi Berlusconi presidente Quotidiano

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Privacy Policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information