Login

Chi è on.line

Abbiamo 850 visitatori e nessun utente online

Ultimi Utenti

Statistiche server

Utenti registrati
47
Articoli
3266
Web Links
4
Visite agli articoli
8699966
LOGIN/REGISTRATI
Giovedì, 17 Ottobre 2019
A-   A   A+

Filter Feather 2SCRIVI E INVIA IL TUO ARTICOLO (ricorda che devi loggarti o registrarti)


1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0% (0 Votes)
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

MARCO FRATI RUGBY ROVIGOLo avrebbe aggredito con un pugno dopo aver deriso la sua famiglia

FERRAGOSTO è passato ormai da un pezzo. Quasi tre mesi, per la precisione. E sul quasi si gioca tutta la vicenda: una paio di giorni fa, quasi allo scadere dei tre mesi di tempo previsti dalla legge, Marco Frati, il giocatore della Rugby Rovigo, ha presentato querela contro Luca Asnicar, titolare del Malua di Lido di Spina. La vicenda è quella che ha infiammato le cronache estive, con la scazzottata ferragostana che ha coinvolto — ancora non si capisce a che titolo — alcuni atleti della Vea Femi Cz e il titolare più una dipendente del noto locale sulla spiaggia. Un locale dove i rossoblù avevano deciso di trascorrere il Ferragosto, insieme ai coach. PASSATA la tempesta del momento, con le prime querele presentate e il popolo della rete diviso a metà sulla colpevolezza o l’innocenza dei bersaglieri, della vicenda non si era saputo più nulla. Anzi, si vociferava che la questione potesse essere finita con un nulla di fatto, complice la mediazione degli avvocati. E invece di mediazione, al momento, non c’è traccia. Anzi, un paio di giorni fa Frati junior avrebbe sporto querela nei confronti del titolare del locale (lesioni e ingiurie) che, in realtà, aveva riportato una prognosi di 25 giorni (e 10 giorni una delle bariste). Stando a quanto trapela sull’accaduto, Frati avrebbe dato una versione molto diversa di quanto accaduto, ma in linea con quanto sostenuto fin dall’inizio dai rossoblù. A un certo punto della serata, Asnicar avrebbe iniziato a scherzare con Renzo Balboni, ferrarese di origine e sua conoscenza. Ma lo scherzo non sarebbe stato gradito a Frati jr. Stando a quanto denunciato dall’atleta rossoblù, in una canzoncina intonata dallo stesso Asnicar sarebbe finito deriso il fratello e coach Filippo. Non sarebbero mancati anche riferimenti alla madre di Marco Frati. E apriti cielo. Frati sarebbe intervenuto, chiedendo al gestore di smetterla. E questo, secondo la versione del rugbista, avrebbe in tutta riposta reagito tirandogli un pugno. Per quel colpo Frati si è anche fatto refertare, ma la prognosi dei medici non è andata oltre i tre giorni. Tutto comunque nero su bianco e che ora finirà dritto in procura a Ferrara, dove giace ancora la denuncia di Asnicar e della cameriera. Cristina Degliesposti

 

Web Agency coccinella piccola ARTE nel WEB Lendinara (RO) - Hosting - Customization - Developer


Il PolesineOnLine non usufruisce delle sovvenzioni economiche previste per l'Editoria - Leggi le "Note informative"

responsabilità Ecoambiente interventi Civitanova annunciato referendum capogruppo responsabile dichiarato associazioni Comunicato possibilità all'interno dipendenti attraverso amministrazione condizioni lavoratori condannato manifestazione intervento Alessandro commissione pubblicato democrazia Redazionale maggioranza ambientale importante parlamentari presentato situazione Napolitano QUOTIDIANO) consigliere Commissione elettorale Presidente carabinieri Parlamento Repubblica INFORMAZIONE territorio L'opinione REDAZIONALE Gazzettino RovigoOggi Berlusconi presidente Quotidiano

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Privacy Policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information