Login

Chi è on.line

Abbiamo 1334 visitatori e nessun utente online

Ultimi Utenti

Statistiche server

Utenti registrati
47
Articoli
3276
Web Links
4
Visite agli articoli
8909343
LOGIN/REGISTRATI
Giovedì, 21 Novembre 2019
A-   A   A+

Filter Feather 2SCRIVI E INVIA IL TUO ARTICOLO (ricorda che devi loggarti o registrarti)


1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0% (0 Votes)
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

stipendi manager pubbliciE il Prefetto non è da meno, 154mila euro all’anno con tutte le indennità. Manager pubblici che possano dire «io prendo 850mila euro l’anno, il mio omologo tedesco prende tre volte e mezzo tanto»,come Mauro Moretti, in Polesine non ce ne sono.L’amministratore delegato delle Ferrovie minaccia di andarsene per colpa del tetto agli stipendi.

Non c’è piazza che non chiacchieri su questa battuta, anche in Polesine. E tutti a dire: «Vai pure». Ma non manca chi guadagna cifre considerevoli, tutte di soldi pubblici. Come le prefetture? Francesco Provolo, prefetto di Rovigo, prende 154mila 808 euro. Perché lo stipendio tabellare dei 199 prefetti italiani è 95mila 186 euro. Poi c’è la retribuzione di posizione, quella di risultato, gli assegni personali ed altre indennità. Si parla naturalmente di retribuzioni lorde, ovvero il costo per il Ministero. I prefetti italiani, solo di stipendi, costano ai cittadini circa 30 milioni di euro. E poi ci sono i vice prefetti e i vice prefetti aggiunti. Un esercito. Il prefetto costa più dei segretari generali di Comune e Provincia. I cui compensi lordi oscillano tra i 110 e i 150mila euro. Ma chi è pagato, di fatto, dal ministero come Moretti è proprio il personale della prefettura. Mentre i comuni e le province hanno il contratto enti locali. Ma i dirigenti non sono solo nelle amministrazioni pubbliche. Si annidano anche nelle società a capitale pubblico, pochi o tanti. Ora l’obbligo della trasparenza c’è anche per loro. Giuseppe Romanello, per esempio, è direttore generale di Ecoambiente, la società che si occupa di rifiuti nei 50 comuni polesani. Il suo compenso nel 2013 è stato di 144mila 831 euro. Parliamo sempre del lordo. Il presidente della società, Massimo Nicoli, che a sua volta è direttore di Asm Set, spiega: «Nel 2013 non abbiamo dato premi, né a Romanello né a Frazzarin». Quello dunque è lo stipendio secco, senza variabili legate al risultato. «Ci sono circa 50mila euro di indennità di posizione per la carica di direttore generale, per Romanello», precisa sempre Nicoli che sul suo stipendio ad Asm Set lascia il mistero: «Meno di Romanello». È l’unica cosa che si riesce a scucirgli. Asm Set, la società del gas, non è partecipata direttamente dal Comune, pare che per quel motivo i dati possano rimanere segreti.Frazzarin, per la cronaca, costa 89mila 890 euro l’anno. As2, società strumentale dei comuni che si occupa di tecnologia, ha un solo direttore, Giancarlo Lovisari. È lui stesso a riferire il proprio costo per l’azienda: «85mila euro più 3mila 600 di risultato, riferito all’anno scorso». Ma le società non finiscono lì, c’è Polesine Acque, il Consorzio rifiuti, Asm Spa, il Consorzio per lo sviluppo. Presto tutto sarà pubblico. Tommaso Moretto

Web Agency coccinella piccola ARTE nel WEB Lendinara (RO) - Hosting - Customization - Developer


Il PolesineOnLine non usufruisce delle sovvenzioni economiche previste per l'Editoria - Leggi le "Note informative"

soprattutto Ecoambiente particolare Civitanova referendum annunciato dichiarato responsabile capogruppo Comunicato associazioni possibilità dipendenti all'interno attraverso lavoratori condizioni condannato amministrazione manifestazione intervento pubblicato Alessandro commissione Redazionale democrazia ambientale maggioranza importante parlamentari presentato situazione Napolitano QUOTIDIANO) Commissione consigliere elettorale Presidente carabinieri Parlamento Repubblica INFORMAZIONE territorio L'opinione REDAZIONALE Gazzettino RovigoOggi Berlusconi presidente Quotidiano

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Privacy Policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information