Login

Chi è on.line

Abbiamo 488 visitatori e nessun utente online

Ultimi Utenti

Statistiche server

Utenti registrati
45
Articoli
3242
Web Links
4
Visite agli articoli
8166984
LOGIN/REGISTRATI
Mercoledì, 17 Luglio 2019
A-   A   A+

Filter Feather 2SCRIVI E INVIA IL TUO ARTICOLO (ricorda che devi loggarti o registrarti)


1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0% (0 Votes)
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

farmacia

Da oggi a Rovigo, e in tutto il territorio di competenza dell’Ulss 18, le medicine si buttano in farmacia. Sia che siano scadute, sia che non lo siano. La selezione verrà fatta in un secondo momento dagli operatori. Chi in casa ha farmaci, medicine che non usa più, è invitato a fare un sacchetto e a portare tutto alla propria farmacia di fiducia. I farmacisti, gratuitamente, si impegnano a far arrivare il rifiuto all’azienda sanitaria la quale dividerà i farmaci tra scaduti e non. E parte di quelli non scaduti verrà riutilizzata all’interno delle strutture dell’Ulss 18. Un risparmio per l’azienda. Ma, come tiene a sottolineare il direttore generale Arturo Orsini, il motivo che lo ha convinto a procedere in questa direzione è un altro: «La cosa più importante è la volontà di cambiare sempre di più la mentalità, noi per primi. Nell’ottica di un minor spreco e della salvaguardia dell’ambiente». A risparmiare e ad inquinare di meno, in teoria sarà anche Ecoambiente, l’azienda a capitale pubblico che svolge il servizio di raccolta e smaltimento rifiuti in tutta la provincia. Ieri a rappresentarla c’era il presidente del cda, Massimo Nicoli che ha detto: «Portare i farmaci in discarica costa 2mila 300 euro a tonnellata, sono rifiuti pericolosi».

Più differenziazione, più riuso, meno tonnellate in discarica. In teoria, risparmia anche Ecoambiente che riceverà da farmacie e azienda sanitaria i farmaci scaduti e scartati. Ecoambiente doterà le farmacie, inizialmente di una sessantina di contenitori per la raccolta delle medicine diventate rifiuto. L’Ulss 18 tiene a precisare che quella rodigina è la prima azienda sanitaria ad adeguarsi alla normativa. Di fatto, un progetto pilota. «Sono curioso di sapere che risultati darà, che risposta ci sarà da parte dei cittadini. Per questo è necessario pubblicizzare il più possibile la cosa», ha detto Orsini. L’idea è nata da Luisa Monti, direttore del servizio farmaceutico dell’Ulss 18 che ha precisato: «Tutto parte da una finanziaria del 2008. E poi dalla legge regionale del 2011, che dà le indicazioni di massima».

Tommaso Moretto

Web Agency coccinella piccola ARTE nel WEB Lendinara (RO) - Hosting - Customization - Developer


Il PolesineOnLine non usufruisce delle sovvenzioni economiche previste per l'Editoria - Leggi le "Note informative"

referendum interventi Ecoambiente responsabilità attraverso Civitanova annunciato responsabile dichiarato Comunicato associazioni capogruppo possibilità condizioni all'interno dipendenti democrazia lavoratori condannato amministrazione commissione manifestazione intervento Alessandro pubblicato importante Redazionale maggioranza parlamentari presentato ambientale situazione Napolitano QUOTIDIANO) consigliere Commissione elettorale Presidente Parlamento carabinieri Repubblica INFORMAZIONE territorio L'opinione REDAZIONALE Gazzettino RovigoOggi Berlusconi presidente Quotidiano

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Privacy Policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information