Login

Chi è on.line

Abbiamo 237 visitatori e nessun utente online

Ultimi Utenti

Statistiche server

Utenti registrati
49
Articoli
3350
Web Links
4
Visite agli articoli
11338187
LOGIN/REGISTRATI
Mercoledì, 25 Novembre 2020
 
A-   A   A+

Filter Feather 2SCRIVI E INVIA IL TUO ARTICOLO (ricorda che devi loggarti o registrarti)


1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0% (0 Votes)
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

bartelle vesIn campagna elettorale tutti parlano di sviluppo, ma senza precisarne i veri contenuti, quasi si trattasse di una parola magica per catturare qualche voto.
Il Polesine negli anni sessanta con un’ intuizione felice aveva addirittura dato vita al Consorzio

per lo Sviluppo, ente chiuso di recente per la difficoltà accertata storicamente di garantire lo scopo per cui era stato creato, a dimostrazione che occorre sapere come agire.
Assindustria Venezia - Rovigo, in particolare il suo vice presidente Marinese, da mesi spinge molto sulla Zona logistica speciale, e ci alletta con finanziamenti e futuri posti di lavoro ma non ci dice con chiarezza di cosa si tratta nel dettaglio e senza che gli industriali debbano rendere conto a qualcuno se non a propri soci.
Sviluppo significa per noi trasparenza nelle informazioni:  i polesani hanno diritto di conoscere quali sono gli insediamenti previsti, cosa producono, qual è il loro impatto in termini ambientali e quanta occupazione reale viene prodotta. Solo così la comunità locale potrà fare valutazioni attente sulla salvaguardia del territorio e sulle ricadute sulla salute dei cittadini.
Il ricatto occupazionale non funziona più. Lavoro, salute e tutela ambientale stanno sullo stesso piatto della bilancia, ovvero quello della tutela dei diritti e non su quello dello sfruttamento di ambiente e persone per un piatto di minestra.
Il mancato sviluppo polesano del recente passato può rivelarsi per noi una vera opportunità oggi, se con lungimiranza sapremo investire su insediamenti “green”.
L’essere invece candidati ad ospitare impianti che altri territori veneti già saturi di asfalto, cemento, fumi, chimica, pfas e polveri sottili non vogliono più, costituisce una prospettiva tremenda per il Polesine, relegandolo a “terra di serie B” per la Regione, assieme alla bassa Padovana.
Essere rimasti più poveri in termini di reddito e di servizi rispetto a Vicenza, Padova o... Marghera (a proposito di ZLS) e vederci ora trattati come la loro pattumiera significa subire il danno del mancato sviluppo e la beffa dell’inquinamento.
Per questo Veneto Ecologia e Solidarietà chiede trasparenza ed il controllo pubblico sullo sviluppo del territorio polesano, controllo che non significa ingerenza nella libera iniziativa imprenditoriale ma vigilanza rispetto alle iniziative imprenditoriali, iniziative che ci auguriamo vedano sempre più preponderante la necessità di bilanciare le esigenze economiche e quelle ambientali.

Patrizia Bartelle

Candidata Presidente della Regione Veneto per Veneto Ecologia e Solidarietà

Web Agency coccinella piccola ARTE nel WEB Lendinara (RO) - Hosting - Customization - Developer


Il PolesineOnLine non usufruisce delle sovvenzioni economiche previste per l'Editoria - Leggi le "Note informative"

Civitanova soprattutto responsabilità annunciato dichiarato responsabile capogruppo particolare associazioni possibilità all'interno Comunicato dipendenti referendum condizioni amministrazione attraverso manifestazione condannato lavoratori pubblicato Alessandro intervento Redazionale commissione democrazia maggioranza importante presentato ambientale Napolitano situazione parlamentari QUOTIDIANO) Commissione consigliere elettorale Presidente Parlamento carabinieri Repubblica INFORMAZIONE L'opinione REDAZIONALE Gazzettino territorio RovigoOggi Berlusconi presidente Quotidiano

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Privacy Policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information